Informazioni

Questo blog nasce dall’incontro di due anime che prediligono la poesia, anime che si fanno, esse stesse, cuori di poesia per divenire nell’amore unico cuore ed unica anima.
La poesia ha la virtù, con i suoi lunghi silenzi e con le vibrazioni intense, di trasmettere allo spirito dell’uomo baleni di tristezza come d’intensa gioia.
La poesia è l’essenza della vita stessa, dà colore alla vita attraversando le tonalità dell’arcobaleno.
“Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita”: così ha scritto la poetessa Alda Merini, donna dal grande cuore e di grande sofferenza.
Ed ecco che il vecchio leitmotiv emerge sempre: in qual misura la sofferenza come la gioia svolgono un ruolo determinante nella poesia e quindi nella vita dell’uomo?
Non sarò certo io a fornire una risposta, ritengo che nell’elaborazione del pensiero di ciascuno di noi possa trovarsi una risposta più o meno convincente secondo il nostro spirito, al di là degli approfondimenti filosofici e di altra natura (anche introspettivi).
Italo Calvino ha definito la poesia come “l’arte di far entrare il mare in un bicchiere”, felicissimo aforisma.
In ogni poesia, che è creazione, risiede il mistero di ognuno di noi, mistero insondabile imperscrutabile.
Abbiamo la capacità, la forza, il coraggio di vivere le poesie che amiamo?
Non possiamo circoscrivere la poesia tra le pareti di una casa, tra quattro mura, la poesia è espressione di massima libertà del cuore, dell’anima e del pensiero.
“La poesia non cerca seguaci, cerca amanti” meraviglioso pensiero di Federico Garcia Lorca sulla poesia e come avete già visto inserito nella Home Page del sito.
Nella mura di una cella della Palestina qualcuno ha scritto “I ricchi hanno Dio e la Polizia, i poveri stelle e poeti” …